Meglio cuffie Bluetooth o wireless?

Meglio cuffie Bluetooth o wireless?

Dopo aver visto i vari formati delle cuffie e il confronto tra cuffie aperte e chiuse, non potevamo trattare uno tra i quesiti più popolari, ovvero: “Meglio le cuffie bluetooth o wireless?“. Senza perdere tempo in inutili introduzioni, andiamo a vedere quali sono le differenze e a chi consigliare le une e le altre.

Differenza tra Bluetooth e wireless

Per capire bene la differenza tra cuffie bluetooth e cuffie wireless, vediamo innanzitutto le caratteristiche delle due tecnologie alla base.

Quando si parla di Bluetooth, si inquadra una tecnologia di connessione che prevede l’utilizzo di onde radio a basso raggio, che vengono emesse da trasmettitori presenti all’interno del device.

In questo frangente, è cruciale la distanza. Affinché il segnale sia perfetto, quest’ultima non dovrebbe superare i 10 – 15 metri. Cosa si può dire in merito alle frequenze sfruttate dal Bluetooth? Che sono assegnate intorno ai 2,45 GHz. Per quel che concerne invece la velocità, parliamo di circa 723,1 kbit/s.

I parametri appena citati riguardano le prime versioni; oggi siamo in piena era Bluetooth 5, uno standard in cui la velocità risulta pressoché raddoppiata rispetto al quadro precedente.

cuffie wireless e basetta wi-fi

Come funziona invece la tecnologia wireless? In questo caso, si ha a che fare con il pacchetto standard IEEE 802.11, grazie al quale è possibile parlare di una definizione dello standard per le reti locali senza fili (WLAN).

La connessione si concretizza tramite un router, mentre per quel che concerne invece le frequenze, anche in questo frangente siamo attorno ai 2,45 GHz.

La differenza sostanziale rispetto alla tecnologia Bluetooth riguarda la possibilità di coprire distanze di gran lunga maggiori, con una latenza minore; per dare qualche numero, ricordiamo che si può andare dalle poche centinaia di metri fino a diversi chilometri.

Ora che abbiamo chiarito la differenza tra Bluetooth e wireless, vediamo assieme qualche specifica sulle due tipologie di cuffie.

Iscriviti alla Newsletter

Per ricevere via email coupon esclusivi, offerte limitate e le notizie più “sconvolgenti” del momento. Niente spam, lo giuro! Provare per credere.

Differenza tra cuffie Bluetooth e wireless

Le cuffie Bluetooth, come sopra specificato, si basano sull’omonima tecnologia senza fili e possono essere collegate a un dispositivo posizionato a distanza non eccessiva. Abbiamo citato il caso dello smartphone, ma ricordiamo che si possono utilizzare tranquillamente anche con la TV o con un PC.

Quando si utilizza questa tipologia di cuffia, è necessario rammentare che il funzionamento ottimale si apprezza tenendo i dispositivi a una distanza non superiore ai 10 metri. E’ necessario specificare anche che utilizzarle vuol dire avere a che fare con una compressione della qualità audio.

cuffie Bluetooth collegate al DAC

A differenza delle cuffie wireless, non hanno però alcuna necessità di router perché avvenga la connessione, e questo le rende più comode da utilizzare fuori dall’ambiente domestico.

Cosa bisogna sapere invece in merito al funzionamento delle cuffie wireless? La prima cosa da dire riguarda il fatto che la loro portata dipende tantissimo dal sistema che, di volta in volta, viene utilizzato per la trasmissione del segnale audio.

Di queste ne esistono due diverse tipologie: le cuffie wireless a infrarossi sono l’alternativa oggettivamente più economica, ma sono ormai in disuso a causa della portata veramente ridotta; la seconda tipologia esistente è quella a radiofrequenza (RF), la più popolare.

In linea di massima, quando si discute della differenza tra le cuffie Bluetooth e quelle wifi si inquadra soprattutto un aspetto: nel primo dei due casi, non c’è bisogno di un ricevitore (per utilizzarle è ovviamente essenziale che il device a cui si collegano supporti la tecnologia Bluetooth).

cuffie wireless ottime da usare con le console

Le cuffie wireless richiedono invece la presenza di un trasmettitore, integrato o esterno, collegato all’apparecchio ricevente (TV, PC, console). Queste però hanno una portata che raggiunge all’incirca i 100 metri (valore di riferimento senza ostacoli).

L’ultima differenza riguarda la questione latenza. Quelle wireless garantiscono un segnale più stabile e forte, e ciò garantisce una latenza ridotta al minimo. Lo stesso non si può dire di quelle Bluetooth, ecco perché ancora in tanti preferiscono utilizzare delle cuffie a radiofrequenza (RF) per collegarle alla televisione o alla console, annullando così ogni possibilità di ritardo tra audio e video.

C’è da dire che il Bluetooth 5 ha portato innumerevoli miglioramenti in tal senso, assottigliando sempre di più la latenza tra i due standard senza fili. Non credo sia una eresia dire che nei prossimi anni la tecnologia Bluetooth prenderà ancor di più il sopravvento nel mercato delle cuffie.

Cuffie Bluetooth o wireless? È una questione di esigenze

cuffie Bluetooth sono il massimo da usare fuori casa

Quindi, meglio cuffie Bluetooth o wireless? Non si può dare una risposta univoca, in quanto il tutto dipende dalle proprie esigenze.

Le cuffie Bluetooth sono il massimo da utilizzare fuori casa, collegate al proprio smartphone, magari durante un allenamento; oggi come oggi poi sono sempre di più i modelli che integrano la tecnologia di cancellazione dei rumori di fondo, e ciò è utile per guardare un film in aereo o sul treno.

Le cuffie wireless sono ancora quelle (senza fili) con la latenza minore, pertanto trovano utilizzo concreto per guardare un film in TV o per giocare ai videogiochi, ambiti in cui non deve esserci la minima asincronia tra audio e video.

Torna su

Iscriviti alla Newsletter

* indicates required