Migliori smart speaker del 2020

Migliori smart speaker del 2020

Acquistare il miglior smart speaker non significa mettere le mani su un dispositivo in grado di riprodurre solo della musica. Questi, grazie all’aiuto degli assistenti vocali, permettono una valanga di funzionalità davvero interessanti usando esclusivamente la voce: fare ricerche su Internet, fare acquisti, controllare luci e TV, programmare un timer o attivare addirittura l’allarme di casa, solo per citarne alcune.

Ma prima di lanciarsi in questo mondo bisogna fare alcune valutazioni, in primis quale assistente vocale utilizzare, oppure quanto sia importante la qualità audio o la possibilità di avere a disposizione un display o meno.

Non tutti però sono ugualmente validi, pertanto vi invitiamo a visitare la nostra classifica: troverete solo i migliori smart speaker sul mercato, quelli che a fronte dei nostri test si sono distinti per costruzione, funzioni, resa sonora e rapporto qualità/prezzo.

Migliori smart speaker del 2020

1. Sonos One

miglior smart speaker in commercio, Sonos One

Sonos One è attualmente il miglior smart speaker in commercio. Supporta Alexa, Google Assistant ma anche AirPlay 2 di Apple. Ma non è finita qui.

Può essere usato da solo o accoppiato a più Sonos One per una esperienza multi-room sopra le righe. E non si risparmia di certo sulla qualità sonora, visto che suona alla grande, molto meglio di altri dispositivi concorrenti.

Il rapporto qualità/prezzo convince tutti, e le classifiche di vendita online ne sono la testimonianza.

2. Amazon Echo (3ª generazione)

miglior altoparlante smart qualità prezzo per Alexa, Amazon Echo (3ª generazione)

La terza generazione di Amazon Echo offre la stessa qualità audio del più vecchio Echo Plus, ma costa esattamente la metà. Ciò lo rende uno tra gli speaker Alexa dal miglior rapporto qualità/prezzo.

Il suo punto di forza è anche il design: si adatta a qualsiasi contesto, posizionato in bagno o in cucina poco importa, non sarà mai fuori posto.

Si tratta di un dispositivo semplice, che funziona bene e costa “poco”, impossibile non metterlo tra i migliori della categoria.

3. Google Nest Mini

miglior smart speaker economico per google assistant, Google Nest Mini

Essenzialmente upgrade del Google Home Mini, Nest Mini è più ecologico (parte superiore ricavato al 100% da bottiglie di plastica riciclate), si installa facilmente a parete e risponde ancor più velocemente ai comandi vocali.

Non suona male per le dimensioni, ma può essere collegato con facilità a cascata (via Bluetooth, non c’è Aux) ad uno speaker più grande.

Se tra i vari assistenti vocali avete scelto Google Assistant, questo è l’altoparlante smart più economico da acquistare.

4. Amazon Echo Dot (3ª generazione)

miglior smart speaker economico per alexa, Amazon Echo Dot (3ª generazione)

Se non volete acquistare il migliore della categoria, ma anzi volete solamente provare uno smart speaker, scegliete l’Amazon Echo Dot di terza generazione.

Seppur un netto passo in avanti rispetto al modello precedente, costa ancora meno di 50 euro e ora c’è anche una variante che ha un display LED che mostra l’ora, la temperatura esterna o i timer.

In merito alle funzionalità, offre la stessa esperienza di utilizzo degli altri altoparlanti più costosi. Il sacrificio riguarda per ovvie ragioni la resa sonora, ma si può collegare in cascata (Bluetooth o Aux) ad un qualsiasi altro speaker per ovviare a questa differenza.

5. Google Nest Hub

miglior smart speaker con display per google assistant, Google Nest Hub

Acquistabile a meno di 100 euro, Google Nest Hub è lo smart speaker con display (7 pollici) da acquistare per gli amanti di Google Assistant.

Lo schermo è luminoso, si possono riprodurre video, guardare live streaming ed eseguire ricerche su Internet, il tutto con il solo utilizzo della voce (o del touchscreen). Si può creare anche un album fotografico da utilizzare come screensaver.

Purtroppo Nest Hub non ha una fotocamera, ma al suo posto trova spazio un sensore di luce ambiente che, in accoppiata all’intelligenza artificiale, misura la luce nella stanza e regola la luminosità e il calore dell’immagine sullo schermo in modo che corrispondano.

6. Amazon Echo Show 8

miglior smart speaker con display per alexa, Amazon Echo Show 8

Tra i migliori smart speaker con display per Alexa, l’Echo Show 8 è quello che ci ha convinto maggiormente nell’esperienza a tutto tondo.

Il display da 8 pollici è sufficientemente grande per un utilizzo concreto, ma non eccessivo come quello da 10 pollici del più costoso Echo Show di seconda generazione.

Rispetto al Nest Hub di Google suona meglio e integra la webcam, ma l’utilizzo non è ugualmente fluido.

Domande frequenti sugli smart speaker (FAQ)

Cos’è uno smart speaker?

Uno smart speaker è uno speaker che, una volta collegato alla rete Wi-Fi (o Bluetooth) di casa, può essere comandato utilizzando l’assistente vocale supportato come Alexa o Google Assistant.

Cosa può fare uno smart speaker?

La funzione primaria di uno smart speaker è la riproduzione musicale, ma con l’integrazione degli assistenti vocali può essere utilizzato anche per impostare timer e promemoria, scoprire le notizie della giornata, chiedere il meteo, azionare luci, impostare termostati, controllare elettrodomestici smart e molto altro ancora.

Gli smart speaker violano la nostra privacy?

Come sappiamo gli smart speaker hanno microfoni integrati per ascoltare i nostri comandi. E’ importante specificare che, nonostante questi siano sempre in ascolto, solamente quando pronunciamo la parola/frase di attivazione (“Hey Google…”, ad esempio) gli speaker iniziano a registrare per inviare al Cloud la conversazione e completare la nostra richiesta.

Le registrazioni vengono salvate in database crittografati delle varie aziende e vengono utilizzate per migliorare la resa dell’intelligenza artificiale.

Per rispondere alla domanda, gli altoparlanti smart sulla carta non violano la nostra privacy, bisogna però evidenziare un paio di problemi.

Capita spesso di attivare involontariamente gli assistenti vocali, e quando capita questi registrano la conversazione a nostra insaputa. Come se non bastasse, vi invitiamo ad installare e usare con gli smart speaker applicazioni popolari, autorevoli e riconosciute perché Security Research Labs ha dimostrato che è possibile inserire sui vari store applicazioni malevole che potrebbero violare la nostra privacy usando degli escamotage.

Quale assistente vocale scegliere?

Ogni assistente vocale ha i suoi pro e contro: Google Assistant è quello “più intelligente”, Alexa offre il parco di app e servizi compatibili più grande mentre Siri è quello che si integra meglio con l’ecosistema di dispositivi Apple.

Il punto della situazione è valutare le proprie esigenze e i dispositivi da controllare con il proprio smart speaker. Vi ricordiamo però che Alexa e Google Assistant sono compatibili sia con iOS che con Android, mentre Siri solo con iOS.

Alexa, Google Assistant e Siri non sono gli unici assistenti vocali (un altro esempio è Cortana), ma sono i 3 più diffusi sul mercato quindi gli unici da prendere in considerazione quando si parla di altoparlanti intelligenti.

Gli smart speaker si possono portare in giro?

Ni. Sul mercato sono popolarissimi gli smart speaker che hanno bisogno di una spina della corrente per funzionare, come i vari Google Home ed Echo Dot.

Nell’ultimo periodo però diverse aziende hanno iniziato a commercializzare casse Bluetooth portatili con funzioni smart che permettono anche la connessione Wi-Fi. E’ importante però fare una distinzione: praticamente tutte nel momento in cui vengono usate in mobilità, perdono le funzionalità smart.

Fortunatamente il mercato si sta adeguando, tant’è che anche recentemente è stata presentata una cassa Bluetooth portatile di B&O che, sfruttando la connessione mobile dello smartphone, garantisce la stessa esperienza smart di un qualsiasi speaker intelligente casalingo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su