Recensione Bose QuietComfort 45

Recensione Bose QuietComfort 45

Se non è rotto, non aggiustarlo. Bose ha fatto esattamente questo con la sua linea di cuffie con cancellazione del rumore QuietComfort, e per una buona ragione. Le QC35 e le QC35 II hanno stabilito la vetta più alta per quanto riguarda la capacità di cancellare i rumori esterni, ed erano un piacere da usare sui voli più lunghi.

Tuttavia, le QC35 II sono state lanciate nel lontano 2017 e la tecnologia è progredita molto da allora.

Fortunatamente, Bose è riuscita a mantenere la maggior parte di ciò che ha reso la linea così popolare apportando alcuni aggiornamenti minori in queste nuove QuietComfort 45. E’ proprio vero che non servano chissà quali nuove funzionalità per rendere uniche un paio di cuffie.

Pro

  • Comfort al top della categoria
  • Bluetooth Multipoint
  • Resa sonora democratica
  • ANC/Trasparenza al top della categoria
  • Qualità audio in chiamata
  • 24 ore di autonomia

Contro

  • ANC/Trasparenza non disattivabili a scapito dell’autonomia
  • Frequenze alte taglienti
  • Difficoltà con vento in chiamata

Design e comfort

Queste QuietComfort 45 si possono facilmente confondere con qualsiasi altro modello di cuffie over-ear della serie QC. Il design minimalista e pieghevole composto da nylon riempito di vetro, pelle sintetica e materiali resistenti agli urti è stato lasciato intatto, insieme al posizionamento dei pulsanti e del logo. Tuttavia, Bose ha implementato alcune modifiche visibili solo se si guardano i dettagli.

Innanzitutto, ora ci sono delle cerniere in metallo nei punti di articolazione che conferiscono a queste cuffie una maggiore durata. Inoltre, il logo non è più in rilievo e riflettente, ma è inciso a laser.

Cos’altro? Ci sono più microfoni e l’imbottitura della fascia è rivestita in pelle sintetica anziché che in alcantara. Alcuni cambiamenti sono ben accetti e altri meno, ma l’aspetto generale rimane chic e professionale.

Le QuietComfort 45 sono più pesanti delle QC35 II, ma la differenza è pressoché impercettibile quando indossate. L’imbottitura l’ho trovata molto delicata; solo dopo 4 ore ho cominciato a percepire un po’ di affaticamento.

Anche la vestibilità è sicura. Regolati gli estensori all’impostazione corretta è impossibile che scivolino via dalla testa. I padiglioni hanno anche un grip decente e si attaccano alle orecchie, inoltre i ritagli sono abbastanza larghi da consentire una certa traspirabilità e ridurre l’accumulo di umidità.

Nella confezione troverete:

  • QuietComfort 45
  • Custodia
  • Cavo di ricarica USB-C da 30 cm
  • Cavo audio da 3,5 mm a 2,5 mm
  • Documentazione

Controlli

Bose ha praticamente copiato e incollato lo schema comandi delle QC35 II. Sul padiglione destro, il pulsante multifunzione è affiancato dai bilancieri del volume per:

  • 1 pressione: riprodurre/mettere in pausa/rispondere a una chiamata/terminare le chiamate;
  • 2 pressioni: saltare la traccia;
  • 3 pressioni: riprodurre la traccia precedente;
  • Pressione prolungata: attivare l’assistente vocale impostato nativo.

Il pulsante di accensione/pairing Bluetooth/Multipoint si trova sempre nella parte anteriore. Poi c’è un singolo pulsante sul padiglione sinistro, che ora è limitato a una funzione: switchare tra le modalità ANC.

Non sono infastidito per la decisione di optare per i controlli fisici, soprattutto perché funzionano molto bene. Ciò non significa che non mi dispiaccia che Bose non abbia tentato di integrare nelle QuietComfort 45 dei nuovi controlli, specialmente quando con le Bose NC700 sono riusciti a combinare sensori tattili e pulsanti fisici in modo così superbo.

Google Assistant, Siri e Bixby sono tutti compatibili per i comandi vocali in modalità hands-free (Hey Siri, ecc…). Funzionano bene e il sistema microfonico di Bose offre una solida intelligibilità, captando voci e lunghe richieste con precisione.

App e connettività

Ormai come tutte le cuffie di nuova generazione Bose, anche per queste QuietComfort 45 è necessario utilizzare l’app Bose Music. Sarebbe stato bello però che queste ottenessero le stesse funzionalità delle NC700.

Nell’app è presente lo slider per il volume, il livello della batteria, aggiornamenti del firmware e lettore musicale; la pagina Impostazioni fornisce l’accesso ad altre funzioni come Power, per impostare un timer per lo spegnimento automatico, e Self-Voice, una modalità speciale per regolare e ascoltare la propria voce in modo più naturale durante le chiamate (in buona sostanza il sidetone).

Anche Bose SimpleSync fa parte del pacchetto e consente di collegare le QuietComfort 45 a una soundbar Bose della linea Smart Soundbar. Tutto ciò non fa altro che fornire controlli del volume indipendenti, in modo da poter alzare, abbassare o disattivare l’audio su un televisore.

Nelle NC700 però è possibile anche regolare i livelli ANC e di salvare 3 impostazioni per switcharle direttamente sulle cuffie usando l’apposito pulsante. Altre caratteristiche che le QuietComfort 45 perdono includono l’equalizzatore e la configurazione della funzione di scelta rapida (ad esempio, abilita/disabilita la parola sveglia, Spotify Tap). E non scordiamoci la funzione di condivisione della musica delle QC35 II.

Queste QuietComfort 45 integrano lo standard Bluetooth 5.1 e la stabilità della connessione è ai massimi livelli nel range di 12-15 m. Il pairing con nuovi dispositivi è sempre rapido e anche la connessione automatica all’ultimo dispositivo accoppiato è molto veloce.

C’è la tecnologia Multipoint e funziona divinamente. Oltretutto Bose ha semplifica l’attivazione della funzione: basta tenere premuto il pulsante di accensione per 3 secondi finché non si sente il messaggio.

Qualità audio

Tutte le cuffie Bose hanno una firma sonora caratteristica che si è rivelata divisiva nei circoli degli audiofili, in genere perché elaborano pesantemente il suono, il che significa che la musica è considerata molto distante da ciò che l’artista intendeva.

Il suono delle QC45 è piacevole, producendo un solido kick nella fascia bassa senza che prevalga sulle altre tonalità. Le voci sono particolarmente chiare, ma gli alti come al solito li ho trovati accentuati, rendendo un po’ prepotenti alcune tracce punk e simili. Ottima invece la separazione tra strumenti, anche per tracce molto complesse e sovrapposte.

Nonostante la mancanza di qualsiasi funzione surround, queste QC45 fanno un ottimo lavoro nel ricreare i grandi boom, l’azione e la voce dei film.

Active Noise Cancelling

La capacità di cancellazione dei rumori su queste QuietComfort 45 è proprio al pari delle NC700. Tuttavia, non c’è modo di regolare la funzione o disattivarla, il che è un peccato poiché l’ANC incide molto sulla durata della batteria.

Bose ha supportato solo 2 modalità in queste cuffie: Quiet (ANC) e Aware (trasparenza).

Durante l’orario di lavoro, ho potuto lavorare liberamente e senza interruzioni in casa. I rumori più comuni (chiacchiere, campanelli, elettrodomestici e TV) sono diventati un ronzio. Fuori casa, tra pedoni e macchine, l’esperienza è stata molto simile.

Bose ha progettato Aware, la sua modalità di trasparenza, questa volta in modo diverso. Questa mira a bilanciare il volume così da sentire i suoni esterni senza compromettere la qualità dell’audio. Non essere in grado di regolare la quantità di rumore in entrata può sembra un compromesso, ma in realtà l’ho trovata una delle migliori implementazioni sul mercato.

Microfono

Oltre all’ANC, l’altra cosa su cui Bose non ha (molti) rivali è la qualità in chiamata. Le NC700 e le QC35 II sono considerate come alcune delle migliori cuffie senza fili per le chiamate. Però, fa male dirlo, sono rimasto un po’ deluso da queste QuietComfort 45.

Non fraintendetemi, perché sono ancora un’opzione di gran lunga superiore rispetto alla maggior parte delle altre cuffie Bluetooth. Tuttavia, il sistema microfonico ad eliminazione del rumore non ha la meglio contro il vento a media/alta intensità. Questa è la mia unica lamentela.

Per il resto, in ambienti poco rumorosi sono al top della qualità audio, tant’è che sono diventate le mie cuffie preferite per le videochiamate con clienti e amici.

Autonomia

Bose parla di 24 ore con ANC attivo, un miglioramento marginale rispetto alle 20 ore offerte dalle NC700 e dalle QC35 II. Ho testato le QuietComfort 45 per diversi giorni consecutivi e posso confermarvi tale durata. Peccato però non si possa disattivare l’ANC.

Nonostante questo inconveniente, 24 ore sono sufficienti per 2 settimane di utilizzo moderato. C’è anche la ricarica rapida, che in 15 minuti garantisce fino a 3 ore di utilizzo effettivo. Inoltre queste QC45 sono dotate di porta USB-C, mentre le QC35 II utilizzava la micro-USB.

Verdetto

È veramente facile consigliare queste QuietComfort 45 ai fan Bose che vogliono sostituire le loro vecchie cuffie QC con qualcosa di più moderno, o per gli utenti che desiderano la tecnologia ANC top di gamma a un prezzo più conveniente delle NC700.

L’ANC è al top della categoria, e c’è anche una modalità trasparenza che ora ha veramente senso utilizzare. Sono apprezzate le 4 ore extra di autonomia, sebbene non sia possibile disattivare la funzione ANC. Design e comfort sono pressoché intatti, con piccole modifiche che conferiscono un aspetto leggermente più moderno.

Alcuni potrebbero rimanere contrariati per alcune mancanze (ad es. ANC/Trasparenza regolabile, EQ, controlli touch), nonché del piccolo calo della qualità delle chiamate. Si tratta di lamentele legittime.

Allo stesso tempo, ottenere così tante funzionalità, in particolare l’ANC ai vertici della categoria, spendendo meno rispetto alle Sony WH-1000XM4, Apple AirPods Max e le NC700, rende queste QuietComfort 45 un’opzione da non sottovalutare.

Pro

  • Comfort al top della categoria
  • Bluetooth Multipoint
  • Resa sonora democratica
  • ANC/Trasparenza al top della categoria
  • Qualità audio in chiamata
  • 24 ore di autonomia

Contro

  • ANC/Trasparenza non disattivabili a scapito dell’autonomia
  • Frequenze alte taglienti
  • Difficoltà con vento in chiamata
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
recensione-bose-quietcomfort-45 Se non è rotto, non aggiustarlo. Bose ha fatto esattamente questo con la sua linea di cuffie con cancellazione del rumore QuietComfort, e per una buona ragione. Le QC35 e le QC35 II hanno stabilito la vetta più alta per quanto riguarda la capacità...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui